Cittadinanza polacca

Cittadinanza polacca
 
La materia della cittadinanza polacca è regolata dalla Legge del 2 aprile 2009 sulla cittadinanza polacca (G.U. del 2012, punto 161).
 
Le regole generali:
- Il figlio nato dai genitori polacchi oppure uno dei quali sia cittadino polacco, l’altro sia cittadino di altro Stato, acquista la cittadinanza polacca, indipendentemente dal luogo di nascita. Il figlio acquisisce anche la cittadinanza dello stato dell’altro genitore, se la legge dell’altro stato lo permette.
- Il matrimonio del cittadino polacco con il cittadino dell’altro stato non causa la perdita’ della cittadinanza polacca.
- La legge polacca prevede il principio della continuità della cittadinanza polacca, quindi la persona che è cittadina polacca oppure ha ottenuto la cittadinanza polacca, la mantiene sempre ed ininterrottamente, salvo che manifesti al Presidente della Repubblica di Polonia la volontà di rinunciarvi ed ottiene il suo consenso.
Sia il passaporto polacco sia la carta d’identità polacca confermano la cittadinanza polacca. La carta d’identità polacca viene rilasciata esclusivamente ai cittadini polacchi.
- Il rilascio del passaporto polacco in alcuni casi (p.es. se richiedente da tanto tempo non possiede nessun documento polacco, ne il passaporto ne la carta d’identità oppure in caso di dubbi sul possesso della cittadinanza polacca), prima di richiedere il passaporto è necessario presentare la conferma del possesso della cittadinanza polacca.
 
Alle domande bisogna allegare i documenti comprovanti i dati inseriti nei moduli. Gli atti dello stato civile devono essere originali. I documenti nelle lingue straniere devono essere tradotti in lingua polacca e preparati all’uso in Polonia.
 
Eventuali informazioni telefoniche sulle questioni della cittadinanza polacca
si può ottenere esclusivamente dalle 9:00 alle 11:00 nr.tel.: 06 362 04 302

Acquisto della cittadinanza polacca
 
La procedura di acquisto e conferimento della cittadinanza polacca si applica soprattutto alle persone che vivono in Polonia. Tali persone possono essere riconosciute come cittadini polacchi con decreto del Presidente della regione. In questi casi occorre presentare un’apposita istanza direttamente al Presidente della regione competente in base al luogo di residenza del richiedente. Non è possibile presentare la domanda tramite il consolato.
 
Per gli stranieri che vivono all’estero occorre richiedere il conferimento della cittadinanza polacca al Presidente della Repubblica di Polonia. È una procedura particolare, prevista per situazioni del tutto eccezionali. Ogni richiesta di acquisto della cittadinanza polacca viene esaminata dal Presidente della Repubblica di Polonia singolarmente, pertanto non può essere garantito che la domanda venga accolta. I tempi di attesa per la risposta sono di circa 2 anni.
 
Qualora il richiedente viva all’estero, non esistono agevolazioni per aver contratto matrimonio con un cittadino polacco.  Tali agevolazioni si possono applicare esclusivamente nel caso in cui le persone risiedono in Polonia (in questo caso, la procedura di riconoscimento come cittadino polacco è gestita dall’ufficio del Presidente della regione).
 
Per richiedere la cittadinanza polacca al Presidente della Repubblica di Polonia, è necessario depositare personalmente un’apposita domanda indirizzata all’ufficio preposto del Presidente della regione in Polonia.
 
La richiesta può  essere inoltrata anche tramite il Consolato polacco in Italia. In questo caso occorre presentarsi personalmente al Consolato dopo aver fissato appuntamento con  il modulo apposito compilato in lingua polacca, allegando la documentazione necessaria.  Il Console trasmette la richiesta e tutta la documentazione all’ufficio del Presidente della Repubblica di Polonia, tramite il Ministero degli Affari Interni.
 
L’inoltro della richiesta al Presidente della Repubblica di Polonia tramite il Consolato ha un costo di 360 euro (non include il costo di eventuali conferme delle copie dei documenti e delle traduzioni etc.)