Visti

 

Per recarsi in Polonia, il cittadino extracomunitario deve essere in possesso di:
a) passaporto nazionale valido
b) un documento valido che autorizza l’entrata e il soggiorno in Polonia, cioe’:

- il regolare permesso di soggiorno/carta di soggiorno di uno dei Paesi Schengen - se residente nella zona Schengen
 
- il visto rilasciato dalle autorità competenti nel paese di residenza valido anche per la Polonia - se residente al di fuori della zona Schengen.
 
Non e permesso viaggiare in Polonia con la ricevuta dell’inizio pratica di rinnovo del permesso di soggiorno.

 
Se si vuole soggiornare in Polonia per il periodo superiore ai tre mesi, oppure per altri motivi (non turistici), è necessario immediatamente all’arrivo rivolgersi all’Ufficio Voivodale (Urz?d Wojewodzki) competente secondo il luogo di residenza per regolarizzare il soggiorno e richiedere il permesso di soggiorno/carta di soggiorno.

Le informazioni in merito alla regolarizzazione del soggiorno in Polonia si può trovare sul sito dell’Ufficio per i Stranieri: http://www.udsc.gov.pl, oppure sui siti degli Uffici Voivodali, che sono competenti per regolarizzare i soggiorni in Polonia.

Per quanto riguarda il permesso di soggiorno per il lavoro è necessario tra l’altro, ottenere prima il permesso per il lavoro  (a work permit), rilasciato dagli Uffici Voivodali.

 

Dal 15 settembre 2011 per richiedere il visto in qualsiasi ufficio consolare polacco e neccesario prima effettuare la reggistrazione telematica del modulo della richiesta di visto sia per il visto schengen sia per il visto nazionale.

Per poter procedere suddetta reggistrazione consultare:

http://www.e-konsulat.gov.pl

Dove si possono trovare tutte le informazioni riguardanti il visto anche come compilare il modulo telematico.